Questionario Pre-Consulenza

Ciao! Prima del nostro incontro di persona ti invio queste semplici e brevi domande, alle quali ti chiedo di rispondere nella maniera più sincera possibile, in modo da conoscerti meglio e creare l’esperienza giusta per te!

Fiorentino Pirozzolo

Co-fondatore di Obiettivo Matrimonio Photo, fotografo matrimonialista ufficialmente dal 2002 e ufficiosamente da sempre… Si hai letto bene 😉

Sono figlio d’arte e i miei primi giochi da bambino erano macchine fotografiche e pellicole, ho iniziato a frequentare i matrimoni da quando avevo 6 anni e da li non ho più smesso.

Non sono qui per raccontarti la mia passione e la mia voglia di fare (per questi racconti esistono centinaia di fotografi in giro).

Sono qui per dirti cosa faccio realmente da 3 anni a questa parte: aiuto gli sposi a non avere imbarazzo davanti alla macchina fotografica e a essere liberi di festeggiare il loro matrimonio senza essere rapiti dal fotografo.

Per fare ciò io e mio fratello e socio abbiamo studiato e ideato un metodo innovativo grazie al quale mettiamo la coppia al centro del loro progetto fotografico a differenza degli altri fotografi artisti che danno importanza solo alle loro esigenze da primedonne.

Sarà mia premura farti conoscere il nostro Metodo in consulenza.

Carmine Pirozzolo

Co-Fondatore di Obiettivo Matrimonio Photo, videografo matrimonialista dal 2013 e nel mondo della fotografia fin dalle prime ecografie di mia mamma 🙂

La storia di famiglia l’hai appena sentita dal mio socio e vado subito al sodo!

Quando ho iniziato a fare questo lavoro una cosa che non riuscivo a sopportare era l’aggettivo che gli sposi davano al film del matrimonio chiamandolo: “il filmino”.

Lo so che ora ci stai facendo caso e magari ti rendi conto che anche tu lo chiami così ma non è colpa tua se nessuno ti ha fatto notare la differenza tra film e “filmino”.

Proprio per questo nel 2012  ho iniziato a confrontarmi con videografi di fama internazionale e da operatore video sono diventato finalmente Videografo.

Creare un racconto e la storia degli sposi era il mio obbiettivo!

Ho scritto “era” perché dopo l’entusiasmo iniziale durato qualche anno per mettere in campo le nuove tecniche imparate anche i film che creavo si erano diventati tutti uguali e questo succede al 87% degli addetti ai lavori .

Come ti ha già anticipato Fiore, mettere al centro la coppia e conoscerla in tutte le sue sfumature grazie ad un metodo di lavoro mi permette di creare la regia del matrimonio fin dal primo incontro e la cosa più importante è che quando gli sposi vedranno il loro film si vedranno come realmente sono in maniera unica.